Come trasportare un drone

Sei atterrato in questa pagina sicuramente ti stai domandando come trasportare un drone e farlo nel migliore dei modi. Questa pagina ti sarà di aiuto sia che tu voglia trasportare un drone per brevi o per lunghi tragitti come in nave oppure in aereo.

come trasportare un drone

I droni negli ultimi anni si sono diffusi tantissimo non solo tra i professionisti, ma anche tra gli amatori. Nati per finalità militari, i droni nel corso del tempo si sono evoluti diventando strumenti molto validi non solo in ambito professionale (fotografia, architettura, ingegneria, ecc.), ma anche in ambito amatoriale.

Youtuber, creativi o semplici appassionati sfruttano le grandi potenzialità dei droni per realizzare bellissime foto e riprese mozzafiato. I droni più tecnologici infatti sono in grado anche di riprendere e registrare dall’alto, offrendo una panoramica sensazionale. Sempre più persone, “stregate” dal drone, non rinunciano a questo supertecnologico dispositivo neanche in viaggio. E come dargli torto: immagini la bellezza del Grand Canyon o dell’Amazzonia ripresi dall’alto? Non è però possibile trasportare il drone in un normale zaino, sia perché ci sono delle norme da rispettare sia perché il dispositivo rischia di rovinarsi. Se vuoi avere il tuo fedele alleato tecnologico con te anche in viaggio, scopriamo come trasportare un drone.

Come trasportare un drone: occhio ai modelli

Prima di capire come trasportare un drone in vacanza bisogna innanzitutto valutare il proprio modello. Ci sono infatti varie tipologie di droni – ecco a te una guida all’acquisto -, da quelli più grandi a quelli più piccoli, ognuno dei quali necessita di un apposito sistema per essere trasportato.

tipologie di borse per droni

Ci sono ad esempio droni di piccole dimensioni, adatti per le avventure impegnative ed abbastanza “estreme”, capaci di offrire comunque ottime prestazioni. Questi modelli possono essere collocati tranquillamente in borsoni già pieni. In questi casi è opportuno proteggerli con del cellofan o con della carta da imballaggio pluriball.

Esistono poi i modelli intermedi, solitamente dotati di una telecamera 3D per riprendere le proprie avventure nel corso degli spostamenti a breve e medio raggio. In questi casi è sufficiente procurarsi uno zainetto specifico per il proprio drone, oppure munirsi di uno zainetto universale capace di ospitare diversi modelli di drone.

Ci sono infine i droni “extra-large”, che non sono facilmente trasportabili e quindi più indicati per le gite fuori porta o per viaggi non eccessivamente lunghi. In questi casi è opportuno dotarsi di custodie speciali, capaci di proteggere accuratamente il prezioso dispositivo.

Trasporto del drone in aereo: stiva o bagaglio a mano?

A questo punto c’è da porsi un’altra domanda: come trasportare il drone in aereo? Nella stiva o nel bagaglio a mano?

trasportare drone in aereo

In realtà sono possibili entrambe le opzioni, ma bisogna adottare i giusti accorgimenti. Se scegli di portare il drone in aereo nella stiva assicurati di riporlo in una valigia resistente e con tutte le protezioni del caso, per evitare danni. Alcune custodie sono realizzate appositamente per il trasporto dei droni in aereo, con tanto di tenuta stagna e valvola per contrastare efficacemente i problemi di pressurizzazione nella stiva. Durante il volo è consigliabile rimuovere le eliche e la videocamera con la gimbal, proteggendo il tutto con del materiale da imballaggio.

In alternativa puoi portare il drone in aereo nel bagaglio a mano, quindi assicurati che la valigia o la borsa abbiano le dimensioni ed il peso consentiti dalla compagnia aerea con cui viaggi. Il drone deve essere smontato e protetto con materiale di imballaggio, a meno che tu non abbia una valigia apposita. In linea di massima, per evitare problemi o antipatiche discussioni ai controlli, è consigliabile portare il drone nella stiva. Ad ogni modo è sempre meglio consultare le politiche della compagnia aerea a proposito del trasporto del drone.

Normativa sulle batterie

Un discorso a parte meritano le batterie, che essendo al litio rientrano tra le merci pericolose. Il trasporto delle batterie lipo in aereo non è consentito nella stiva, ma separatamente nel bagaglio a mano. Alcune compagnie richiedono che le batterie siano imballate nell’involucro originale oppure in una busta di plastica sigillabile. In caso di dubbio è possibile acquistare nei negozi di modellismo un apposito contenitore anti-incendio. Ricordati che puoi portare al massimo una o due batterie per persona, numero che varia a seconda delle compagnie aeree.

Come proteggere il drone da danneggiamenti e furti

Quando si viaggia purtroppo il danno ed il furto delle proprie valigie sono inconvenienti da mettere in conto, ma è comunque possibile adottare delle contromisure. Per proteggere il drone da urti, scossoni e vuoti d’aria è opportuno riporlo in una valigia rigida foderata internamente di schiuma, capace di attutire eventuali colpi e vibrazioni. Esistono poi alcuni modelli di valigie rigide autopressurizzate pensate appositamente per il trasporto di materiale fotografico fragile, come appunto i droni.

Per quanto riguarda il furto purtroppo non si può fare moltissimo, ma è comunque opportuno adottare delle contromisure. Ad esempio puoi mettere la valigia col drone all’interno di un’altra valigia, sempre rigida, in modo da dare meno nell’occhio e garantire un’ulteriore protezione al drone.

Un altro consiglio molto utile è quello di “wrappare” la valigia col drone, cioè imballarlo con quella specifica carta protettiva disponibile in vari punti dell’aeroporto, facendoti aiutare dagli operatori addetti per questa operazione. Infine per viaggiare sicuri ti consiglio di assicurare materiali preziosi o costosi, come appunto il drone, ricordandoti di scrivere sulla targhetta della valigia il tuo nome ed il numero di telefono in caso di smarrimento.

Visita la ora il nostro shop per scoprire e confrontare numerosi zaini e borse per il drone >

Lascia un commento

[js-disqus]