DJI Phantom 3

Una scelta professionale!

Dopo il successo della precedente generazione, vediamo che cosa ha da offrire il quadricottero DJI Phantom 3. Tanto per iniziare diciamo subito che il team ha lavorato per una durata della batteria prolungata, hanno cercato di coprire una distanza più estesa e tante nuove funzionalità.

  • Phantom 3 Professional
  • Phantom 3 Dji - Retro
  • Il DJI Phantom 3 Professional
  • Il retro del quadricottero DJI Phantom 3 Professional

Caratteristiche tecniche

  • Distanza: 2 km
  • Durata di volo: 25 minuti
  • Fotocamera: 4K con stabilizzatore
  • Funzionalità: Ritorno a casa, GPS

A prima vista il Phantom 3 sembra identico alla generazione precedente. In realtà è avanti anni luce, bruciando tutti i suoi competitor.

Le prestazioni sensazionali dovute ai nuovi motori ed a un nuovo sensore ottico. Questi aiutano a stabilizzare il drone con un’alto livello di precisione, rendendo il quadricottero più stabile della sua fascia di prezzo.

Questo significa che adesso volare è molto più facile e le riprese sono sensibilmente migliorate grazie al nuovo sistema di stabilità.

I nuovi sensori di stabilizzazione

Il nuovo DJI Phantom 3 assomiglia, sotto questo punto di vista, alla serie Inspire , dato che è stato il primo drone ad essere dotato di sensori sonar che forniscono i dati di posizione in modo che il può librarsi in un punto preciso, anche quando il GPS non è disponibile. I nuovi sensori rendono possibile un’ottimo controllo nei voli indoor e outdoor.

Volo indoor con il Dji Phantom 3

La maggior parte dei droni moderni si basano sul GPS per sfruttare la posizione. Utilizza sempre il GPS, ma passa automaticamente ai sensori ottici quando il primo non è disponibile. (Può capitare che volando in casa, in luoghi pieni di interferenze non c’è disponibilità di segnale).

Questi sensori si comportanocome il fondo del mouse di un computer, tengono traccia di quello che c’è sotto per determinare la posizione. Il DJI Phantom 3 mantiene la posizione fissa anche in presenza di venti trasversali e disturbi esterni.

Migliorata la posizione del GPS

Parlando di GPS, il sistema di posizionamento globale del nuovo drone, ha accesso ad un grande numero di satelliti. Il tutto si traduce in più copertura e accuratezza.

Anche se i modelli precedenti non avevano significanti problemi con il GPS, la nuova copertura dovrebbe aiutare a mantenere il drone esattamente dove vuoi che sia. DJI sta inoltre sviluppando dei percorsi di volo e delle traiettorie per un posizionamento ultra-preciso.

Motori più efficienti

I motori sono stati aggiornati, il che significa viaggi più lunghi. Adesso la durata del volo si afferma sui 20-25 minuti, variando anche in base all’utilizzo che se ne fa. Anche se 5 minuti in più per i principianti può sembrare poco, la durata è aumentata del 25% rispetto al modello precedente.

Si possono acquistare delle batterie aggiuntive, ma inserire quando la prima è scarica. Parlando di ricarica, la casa fornisce un caricabatterie super-veloce. 

Test caricabatterie e durata batteria

Nei test, il tempo di ricarica per la batteria del DJI Phantom 3 è di 19 minuti. Il risultato è impressionante vista la sua fascia di prezzo. Per forza di cose, acquistando due batterie si può continuare a volare per molto tempo, dato che i tempi morti vengono abbattuti. L’unico inconveniente? Le batterie del precedente modello non sono compatibili con il nuovo.

Il test di volo

Nei test di volo, le prime impressioni sono state: “Wow, si pilota bene come il primo modello, ma è molto più stabile!”.

Super facile e intuitivo, solido e anche stabile. Dati positivi anche per quel che riguarda la rumorosità del volo, infatti è abbastanza silenzioso anche da poter essere guidato all’interno di un’abitazione.

Sebbene il controller va scelto con i propri gusti personali, il volo nel complesso è sicuro. Si muove sia rapidamente, gustandosi la velocità massima, sia lentamente per chi vuole effettuare delle riprese cinematografiche.

La velocità massima ufficiale è di 56.4 km/h.

Velocità del drone: le riprese cinematografiche

È abbastanza veloce per seguire un’auto, una barca oppure quello che vuoi, ma la bellezza è quando si vuole avere una scena panoramica del posto. Di solito nei film siamo abituati a vedere un’inquadratura dal basso verso l’alto, girando prima da un’altitudine bassa poi spostandola verso il cielo mentre la macchina si allontana. Queste particolari riprese vengono comunemente adottati nei film.

Il drone riesce a riprodurlo in maniera perfetta, qualunque sia la visione che si vuole avere. È proprio questo il bello dei quadricotteri di fascia alta: aiutano i professionisti ad abbattere il costo delle riprese aeree.

La distanza

Parlando di distanza, quella ufficiale dichiarata dalla casa è di quasi 2 KM. Una distanzaq enorme e di gran lunga superiore al resto della concorrenza.

Questo apre le porte ad un nuovo mondo di possibilità. L’unico parametro da tenere in considerazione è la durata della batteria.

Anche se eccellente, non è perfetta. Come tutti i dispositivi radio viaggia a 2,4 GHz, la gamma può variare notevolmente a seconda di eventuali disturbi.

Magari in un punto trafficato della città la distanza può diminuire; ma nel complesso è di tutto rispetto.

Una fotocamera ridisegnata

Il drone Phantom 3 Professional è dotato di una fotocamera 4K mentre la versione Advanced effettua registrazioni a 1080p.

fotocamera phantom 3

Nuove ottiche per la fotocamera

Davvero interessanti le caratteristiche avanzate per le nuove ottiche, con le lenti fish-eye in dotazione. La fotocamera è migliorata notevolmente, quindi può andar bene quella di serie; senza spendere ulteriori soldi per l’acquisto di fotocamere professionali. È possibile condividere gli scatti e i video direttamente dal drone.

Stabilità della camera

Una migliore qualità è dovuta anche dalla stabilizzazione del drone. Un drone più stabile significa una telecamera più stabile e quindi un video perfetto.

La sospensione è una delle migliori e fornisce tutta la libertà di rotazione del caso, mantenendo la fotocamera immobile.

La sicurezza

Il DJI dispone di una funzione di “Ritorno a casa” che farà tornare al punto di decollo il drone, utile se viene perso il contatto visivo. Questa è una delle caratteristiche fondamentali nei droni professionali.

Il limite di altezza massima è di 1,2 KM.

Con il Phantom 3 ci si può divertire, aggustare tutto il potere dei motori, senza la minima preoccupazione!

Il software

Il software e il firmware sono i migliori in circolazione. Si possono controllare le mappe, si può visionare in tempo reale l’altitudine, la velocità e la posizione. Possiamo controllarlo direttamente dal nostro dispositivo, con una visuale FPV a 720p.

Compatibile sia con Android che iOs, sia smartphone che tablet: basta scaricare l’app ufficiale dai rispettivi store.

Il software consente di tracciare rotte, gestire la registrazione e gli atterraggi.

È un vero e proprio centro di controllo.

Video

Gustati i video girati direttamente con i quadricotteri, che spiegano ed illustrano le principali caratteristiche dei differenti modelli.

DJI Phantom 3 Standard

DJI Phantom 3 Advanced & Professional

Conclusioni

Nel complesso, il drone DJI Phantom 3 è uno dei migliori attualmente sul mercato e rimarrà il re indiscusso per parecchio tempo.

Leader del software, oltre che una durata della batteria eccellente, stabile e raffinato, non c’è niente di meglio per la cifra di 599,00€.

 

Accessori Phantom 3

Abbiamo recensito per voi i migliori accessori per DJI Phantom. Scopri quello che si adatta alle tue preferenze e acquistalo.

Lascia un commento

Copyright 2015 - abcDroni.it - SERVIZIO OFFERTO DA ESPERTO SEO S.R.L. - Via Antonio Baiamonti 4, 00195 Roma (RM) - P.IVA 01512540558